LPD, IL RUOLO DEL RAPPRESENTATE NELLA CONFEDERAZIONE

Attraverso questo articolo potremmo analizzare la figura del Rappresentante Privacy nella Confederazione elvetica, per poter comprendere a pieno il suo ruolo e le attività che questa figura deve svolgere.

Il rappresentante nella confederazione costituisce uno degli elementi trainanti per la nuova Legge sulla protezione dati in Svizzera (LPD) della quale analizzeremo le principali novità.

 

E nello specifico:

  1. Introduzione alla LPD
  2. Il Rappresentante nella Confederazione, chi è
  3. Il Rappresentante nella Confederazione, che attività svolge

1. INTRODUZIONE ALLA LPD

La LPD nasce il 19 giugno 1992 e trova la sua piena applicazione a partire dal 1 luglio dell’anno successivo; in seguito al susseguirsi di numerose modificazioni il 25 settembre 2020 è stata approvata in votazione finale alle Camere Federali la revisione totale della legge sulla protezione dei dati personali in Svizzera, con l’obiettivo di modernizzare e adeguare la normativa all’evoluzione tecnologica e sociale dell’era digitale e di allinearla alla regolamentazione UE General Data Protection Regulation (GDPR).

Si stima che la LPD revisionata entrerà ufficialmente in vigore entro il 2022.

La LPD introduce una serie di importanti novità atte a rinnovare e conformare il diritto nazionale Svizzero agli sviluppi del panorama europeo permettendo la continuazione dello scambio di dati perfettamente regolamentato tra le imprese svizzere e quelle dell’Unione Europea.

Le innovazioni della LPD possono generalmente descriversi come segue:

  • attribuzione di nuovi e più ampi poteri all’Incaricato Federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT);
  • introduzione di un aumento degli adempimenti per le aziende a garanzia e in conformità ai principi cardine sui quali la LPD si fonda, ovvero maggiore trasparenza sulle attività ritenute a rischio nell’ambito del trattamento dei dati e miglior controllo da parte degli interessati sugli stessi;
  • imposizione di inasprite sanzioni pecuniarie in capo ai soggetti responsabili di violazioni, con multe che arrivano fino a 250.000 CHF.

Le principali novità riguardano dunque obblighi, direttive e possibilità rivolti alle aziende; nello specifico oggi ci occuperemo di analizzare l’introduzione della figura del Rappresentante nella Confederazione Svizzera.

2. IL RAPPRESENTANTE NELLA CONFEDERAZIONE, CHI È

Come detto, la nuova LPD introduce una serie di innovazioni che possono tradursi in obblighi o possibilità per le aziende, tra cui la nomina di un proprio rappresentante privacy all’interno della Confederazione assolutamente obbligatoria per qualsiasi azienda europea e non che non possegga sedi o domicilio in Svizzera.

La LPD regola il trattamento di dati da parte di titolari privati con sede o domicilio all’estero, che offrano beni o servizi all’interno della confederazione elvetica, e la conseguente individuazione di un rappresentante nel caso in cui si verifichino le condizioni di seguito elencate:

  • • che il trattamento dei dati personali comporti un rischio elevato per la personalità delle persone interessate;
  • • che il trattamento sia legato all’offerta di merci o prestazioni o che sia finalizzato a porre sotto osservazione il comportamento dei cittadini elvetici;
  • • che il trattamento si presenti su larga scala;
  • • che il trattamento abbia carattere periodico.

3. IL RAPPRESENTANTE NELLA CONFEDERAZIONE, CHE ATTIVITÀ SVOLGE

Il Rappresentante nella Confederazione svolgerà un compito delicato per il quale, analisi e valutazione dei rischi per i diritti e le libertà fondamenti degli interessati rispetto al trattamento effettuato, risultano di fondamentale importanza.

I compiti del rappresentante sono di seguito elencati:

  • • redazione di un registro delle attività di trattamento del titolare che contenga tutti gli elementi ai sensi della LPD;
  • • trasmissione di tutte le indicazioni di cui al registro all’IFPD;
  • • fornire agli interessati, su richiesta degli stessi, indicazioni per l’esercizio dei diritti.

Inoltre il Rappresentante nella Confederazione avrà il compito di fungere da punto di contatto e sarà interlocutore per le persone interessate e l’IFPDT.

Infine è importante specificare come il nome e l’indirizzo del rappresentante devono necessariamente essere resi noti dal titolare del trattamento, mediante pubblicazione su canali istituzionali accessibili agli interessati.